Sellaronda antiorario

Sellaronda antiorario che reputo, come riding, un pelo superiore al suo gemello orario. Partenza da Selva, primo caffè della mattina in un Rif.Comici deserto, giù a Canazei attraverso la bella discesa dal Lupo Bianco. Salita al Belvedere, su e giù per mille tornantini fino al Pordoi e poi il pezzo a mio avviso più bello Pordoi-Burz-Arabba (con in mezzo un buon pranzo al Burz e un spesso fangoso trail per il paese). Risalita "spedita" a Cherz (santo Turbo), Pralongià, Colfosco, Passo Gardena e con le ultime forze la bella trasversata tra i mughi fino a Plan de Gralba con picchiata finale a Selva. Se siamo in forma possiamo aggiungerci in partenza la DH del Ciampinoi e qualche bel flow del Bike Park di Fassa come Double-U e Infinity.

Sellaronda Orario

Il giro da consigliare a neofiti e muscolari (solo 500 D+). Da quelche anno è diventato molto più flow e "rollercoaster" con il bel trail del Pralongià ma soprattutto con l'infinito Bike Park di Piz Sella che sono veramente libidinosi (prima parte spondoni alti 3 metri e la Easy Jump Line divertentissima). Partenza da Selva, Dantercepis e giù verso Corvara per il trail Frara. Spettacolare traverso sull'Alta Via fino al Campolongo e tecnica discesa fino ad Arabba. Su alla Porta Vescovo, foto alla Marmolada e giù fino al Fodom dove si risale per il Passo Pordoi. Dicsesa sulla PS della EWS fino a Canazei (Infinity Line), ciclabile fino a Campitello e sul Col Rodella. Passo Sella, Città dei Sassi e poi il citato flow trail fino a Plan de Gralba con sentiero fino a Selva.

Bear Trail

"IL" tour enduro con impianti per antonomasia! I creatori di questo giro e di questi trail sono stati fantastici ma anche masochisti: mai un giro con impianti (4700 mt. di discese e circa 1000 di salita) mi ha stancato e distrutto come oggi! Diciamo subito che non è un giro per tutti, soprattutto se non vi piacciono le discese tecniche, sassose, ripide, dove il flow occuperà al massimo il 20%. Se però volete alternare sassi, rocce, radici, bosco, alte quote, veloci forestali, drop naturali, e tutto quanto esiste nel bagaglio tecnico dell'enduro/dh, allora siete nel posto giusto.

3 Länder Enduro

Il giro dei Tre Paesi (Italia, Austria, Svizzera) intorno al Lago di Resia con 4000mt di discese. Forse un po' "noioso" per la poca varietà tecnica dei trail (stesso fondo sassoso, stessa difficoltà...)

5 rifugi Fanes Sennes

Il "5 rifugi" di Fanes e Sennes è una classicone, cerco sempre di farlo portando qualcuno che non ci è stato perché da solo a livello di riding è noiosetto, ma per i non-locals le esclamazioni di sorpresa e apprezzamento sono sempre un piacere da sentire. Si può partire da San Vigilio (consigliato) o dal Pederü. Lavarella, Fanes, puntatina alla valle che va verso Capanna Alpina, rif. Gran Fanes, pausa pranzo. Nella discesa verso Cortina piccola deviazione a piedi per una foto DIETRO la cascata di Fanes, Ra Stua, salita della Val Salata sempre bastarda, Sennes, Fodara Vedla, lago di Rudo (non ne vale la pena) e giù per la discesa a tornanti cementati fino al punto di partenza.

Attorno Sass Putia

Fantastico giro anulare con partenza e arrivo a St.Maddalena (Val di Funes) attorno al Sass Putia. Consigliato alle ebike con le quali si riesce ad affrontare completamente in sella (c'è un brevissimo tratto dove ci vuole un po' di tecnica e molto turbo!). Panorami spettacolari. Da NON fare in periodi di punta (o di domenica) dato che vi sono molti passaggi in stretti single-track e ci rompiamo le scatole noi e gli escursionisti a piedi! 37km e 1500D+ di puro divertimento e magia dolomitica.

Rasciesa-Brogles-Seceda

Salita lunga al rif. Rasciesa (e un po' più in su alla chiesetta o volendo alla croce), Malga Brogles in val di Funes sullo scenico 35, giù a Furnes per il divertente 5, su al Seceda, foto di rito al Fermeda e poi stando sempre alti Troier, Pieralongia, e giù Col Raiser e Rif. Firenze. Discesa verso Selva passando per Insom, S.Giacomo e sbucando in St.Anna.

Intorno all'Alpe di Siusi

Cabinovia da Siusi oppure salita dalla poco trafficata strada; Compaccio, Spitzbühl ammirando Punta Santner, Panorama, Moglignon, Zallinger, giù in direzione Monte Pana, Saltria, Rauch, Compaccio e giù a Siusi per la strada. Per aggiungere pepe e D+ si può salire anche al Rif.Tires.

Merano2000

Forse il più bel giro All Mountain dell'Alto Adige. Salita in Funivia fino al Piffing, in versione breve si può prendere il 17 ed arrivare subito al Meraner Hütte ma consiglio vivamente di andare verso il Rif. Valcanova (kesselberghütte) e poi salire sul Mt.Catino (Großer Mittager). Facoltativo un vai e torna al Kuhleiten per aggiungere metri. Discesa al Meraner e poi prendiamo il sentiero europeo fino ai famosi Omini di Pietra (Stoarne Mandel). Discesa verso la Vöraner Alm dove potremmo mangiare oppure dopo pochi km farlo alla Würzeralm prima di "un'orgia di sassi e radici" che ci conduce ad Avelengo paese. Seguendo il tecnico sentiero nr. 2 potremmo scendere verso Merano o optando per una birra in centro o tornando alla macchina nel parcheggio della funivia.

San Genesio

È forse il giro che mi ha fatto innamorare della MTB negli anni 90. Salita da Bolzano con funivia (ora chiusa) oppure da San Genesio paese. Dall'Edelweiss si imbocca l'E5 in direzione Langfenn (occhio ai moscerini in bocca perché avrete la mascella aperta per la bellezza dei panorami!). Dal parcheggio Schermoos su al Lanzenschuster (il migliore come gastronomia) e poi su fino a Jenesier Joch in direzione Möltner Kaser (volendo si può fare una puntatina agli Omini di Pietra visto che ora la salita è praticamente asfaltata). Discesa di nuovo verso Schermoos sul 4 e poi in direzione Gschnofferstall e Tschaufenhaus. Ultime rampe verso il Wieserhof (ottimo per una tappa da merenda con strudel), giù al Locher e ritorno in paese.

Renon

Per salire al Renon e arrivare a Soprabolzano, oltre alla cabinovia dal centro di Bolzano, possiamo salire dalla ripida via di St.Maddalena e Ebnicher oppure dalla strada che parte dal canile della Sill. Da Soprabolzano bellissimo traverso passando dai lama del Kasererhof fino alla Tann. Da lì lunga salita fino al Cornetto (Unterhorn) e poi su al Corno per la foto di rito (NON scendere dal sentiero a scalini pedonale, ma semmai sotto lo skilift). La prima parte del 9 purtroppo ora è vietata ma con una deviazione si riesce comunque a tornare verso la Tann per boschi e trail tecnici. Sul 3A andiamo in direzione Bad Sies e arriviamo con lo Sciliar che sembra di toccarlo fino a Collalbo. Possiamo tornare in mille modi (il 2 e il 3 sono purtroppo vietati), o per la via dei Romani e Signato, o verso la Val d'Isarco (per Siffiano) o giù dal 5a passando sotto le condotte forzate di Cardano.

Anello completo de le frazioni di Appiano sulla Strada del Vino

Un giro ad anello, completamente "dentro i confini del proprio Comune" (Appiano) e che toccasse tutte le 11 frazioni ufficiali.
Tutti i dettagli in questo post.

Enduro intorno ad Appiano e Caldaro

Solo sul versante est (rispetto ad Appiano) di Monticolo e Caldaro si dice ci siano 300 km di sentieri e sentierini (qui i dettagli), se poi ci aggiungiamo il versante ovest delle Altevie (da Gaid a Termeno) e quello più basso di Pianizza, S.Nicolo, Castelvecchio, ecc. si può ben dire che possiamo fare avere una combinazione di giri diversi praticamente infinita.